Stemma
 
home page | archivio
condividi:

Oliva Termite di Bitetto

Marchio di tutela: D.O.P.

Categoria: Oliva da tavola

Denominazione latina:
Olea europea sativa var. Termite di Bitetto
(Sinonimi: Cima di Bitetto, Mele di Bitetto, Oliva Mele).

Pianta con portamento espanso, chioma mediamente folta, caratterizzata da vigoria medio bassa e produttività discreta. E'  presente negli uliveti di Bitetto e dei comuni limitrofi, provincia di Bari.

Utilizzato soprattutto da mensa, il frutto ( drupa) presenta le seguenti caratteristiche:

colore: da verde a violaceo nero, con epicarpo pruinoso che presenta molte lenticelle di grandezza piccola

forma: sferoidale, leggermente asimmetrica, con diametro massimo posto centralmente, con apice arrotondato e base arrotondata

dimensione: grande del peso di 4,2 g

L'invaiatura è precoce e concentrata, la maturazione dei frutti è  precoce (settembre) e quasi contemporane, la raccolta viene praticata prevalentemente a mano.

Il contenuto di acidi grassi monoinsaturi, di tocoferoli e beta-caroteni è importante per l'azione anticolesterolemica, antiossidante, di prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Le olive essendo molto ricche di grassi vegetali e di sali non sono molto indicate per soggetti sottoposti a diete ipocaloriche né ai soggetti ipertesi.

Altre Info:

L'oliva da tavola "'Termite di Bitetto" si coltiva prevalentemente nei Comuni limitrofi di Bitetto, Bitonto, Bitritto, Grumo Appula, Modugno, Palo del Colle, Sannicandro di Bari e Toritto in Puglia.

Oltre 56 mila ettari coltivati, per una superficie complessiva che supera i 563 chilometri quadrati.

Il disciplinare di produzione prevede che il sistema di coltivazione ed il sesto d'impianto siano di tipo tradizionale, con non piu' di 400 piante ad ettaro.

La potatura deve essere annuale e la forma di allevamento preferibilmente 'a vaso'.
Sono ammessi sistemi di coltivazione di tipo 'integrato' e 'biologico'. Sono possibili anche consociazioni con olivi di diversa cultivar e altre piante arboree.

La raccolta deve avvenire direttamente dalla pianta e deve essere compiuta a mano.
Il periodo di raccolta deve essere compreso tra il 20 di agosto e il 30 di dicembre.
Divieto assoluto di prodotti cascolanti in fase di raccolta. Trasporto e conservazione devono essere fatti in cassette di plastica a rete o a graticci per evitare danni al frutto.

La produzione massima consentita e ammessa a tutela non deve superare gli 80 quintali ad ettaro in coltura specializzata, mentre per gli oliveti in coltura promiscua la produzione deve essere rapportata alla superficie effettivamente impegnata dalla cultivar.

L'oliva dolce "Termite di Bitetto" è un prodotto tipico della olivicoltura per frutti da mensa, da tempo riconosciuta per le sue particolari caratteristiche organolettiche quali il sapore, la fragranza, la sua polpa consistente, la forma tondeggiante, il colore preminentemente verde.

 
Torna in: home page
Ti piace? Condividi:

©1999-2017 Bitetto Web è una realizzazione Art Design 13 anni on-line.
Bitetto Web Portale d'informazione turistico-culturale della Città di Bitetto. Tutti i diritti riservati. Per informazioni e contatti: clicca qui.